Cucina

Quali Tipi di Lievito si Utilizzano per Fare il Pane

Per poter4 panificare si possono utilizzare molti tipo di lievito che sono facilmente reperibili in commercio, di seguito una elencazione con una serie di consigli sull’utilizzo.

PASTA MADRE
La pasta madre, detto anche lievito madre, è il primo tipo di lievito utilizzato fin dall’antichità per la panificazione. E’ possibile preparare in casa la propria pasta madre che può essere impiegata in sostituzione del lievito di birra ma che comporta, però, un certo impegno perchè periodicamente deve essere rinfrescata. Può essere utilizzata per alimenti a lunga lievitazione (pane, pizza, focaccia) ma anche dolci (brioche, ecc.)

LIEVITO DI BIRRA FRESCO
Risulta essere un tipo di lievito facilmente reperibile in commercio e viene normalmente venduto in piccoli panetti che sono conservati in frigorifero. Il lievito di birra permette di accelerare la lievitazione e quindi, solitamente, quando l’impasto raddoppia di volume si considera correttamente lievitato. Può essere utilizzato disciolto in poca acqua tiepida oppure sbriciolato nella farina dell’impasto.
Il nome è dovuto al fatto che è creato da microrganismi unicellulari che provengono dalla produzione della birra. Normalmente un panetto da 25 gr viene utilizzato per far lievitare 500 gr di farina (anche se riesce a far lievitare anche 1 kg di farina).
Il lievito di birra deve essere assolutamente essere conservato in frigorifero e consumato entro la data di scadenza; è utilizzato per pane, pizze e dolci.

LIEVITO DI BIRRA SECCO
Il lievito di birra secco viene normalmente venduto in bustine fuori dal banco frigo, consente una lievitazione molto rapida dell’impasto. Una bustina da 7 gr corrisponde ad un panetto di lievito di birra fresco da 25 gr e consente anch’esso la lievitazione di 500 gr di farina. Il lievito di birra secco deve essere utilizzato sciogliendolo in poca acqua tiepida prima di essere unito all’impasto.